Borse caute. Piazza Affari corre sola

(Teleborsa) – Bilancio positivo per Piazza Affari, che evidenzia un notevole vantaggio rispetto al resto d’Europa in cui regna la cautela. Sul mercato USA, prevalgono le vendite per l’S&P-500 dopo la pubblicazione del dato sull’inflazione, ai massimi degli ultimi 30 anni.

Sul mercato valutario, sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,65%. L’Oro, in aumento (+1,37%), raggiunge 1.856,8 dollari l’oncia. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 82,91 dollari per barile, in calo dell’1,47%.

In salita lo spread, che arriva a quota +116 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,88%.

Tra le principali Borse europee nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, sostenuta Londra con un discreto guadagno dello 0,91%; incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,44% a 27.561 punti; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 30.239 punti.
Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,21 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,36 miliardi della vigilia; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,58 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,59 miliardi.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in evidenza Stellantis, che mostra un forte incremento del 2,53% forte ancora dei risultati di bilancio annunciati nei giorni scorsi. Sostenuta dai conti anche CNH Industrial che mostra un ampio vantaggio dell’1,86%.

Ben impostata Telecom Italia, che mostra un incremento dell’1,67%.

Tonica A2A che evidenzia un bel vantaggio dell’1,54%.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Tenaris, che ha archiviato la seduta a -3,32%.

Sotto pressione Banca Generali, che accusa un calo del 2,15%.

Scivola STMicroelectronics, con un netto svantaggio dell’1,96%.

In rosso Moncler, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,09%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Alerion Clean Power (+7,29%), Mediaset (+6,86%), Acea (+2,22%) e Carel Industries (+1,96%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su GVS, che ha chiuso a -10,32%.

Vendite a piene mani su Saras, che soffre un decremento del 5,25%.

Pessima performance per Ferragamo, che registra un ribasso del 4,23%.

Sessione nera per Tod’s, che lascia sul tappeto una perdita del 2,84%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse caute. Piazza Affari corre sola