Borse caute. Piazza Affari corre insieme a Londra

(Teleborsa) – Prevale ancora la cautela a metà giornata sui principali listini europei che mostrano variazioni in linea con la parità. Piazza Affari, invece, si distanzia dall’andamento piatto dell’Europa e si mostra in frazionale rialzo. Fa meglio la borsa di Londra che procede tonica. Venerdì scorso 31 agosto, a mercati chiusi, l’agenzia statunitense Fitch ha lasciato invariato a “BBB” il rating sull’Italia ma ha abbassato l’outlook da stabile a negativo. Dunque ha dato un giudizio a metà, in attesa di risposte concrete da parte del nuovo Governo. Oggi 3 settembre, le borse europee rimarranno prive delle indicazioni provenienti d’oltreoceano. Negli Stati Uniti, infatti, si festeggia il Labor Day, e Wall Street riaprirà i battenti domani 4 settembre.

Dal fronte macro, unico dato rilevante della giornata il PMI manifatturiero dell’Eurozona che mostrauna frenata del settore manifatturiero.

Le tensioni commerciali restano il tema dominante sui mercati in vista degli appuntamenti della settimana. Il 5 settembre prossimo  termineranno le consultazioni relative all’introduzione di nuovi dazi americani su 200 miliardi di prodotti cinesi. Nello stesso giorno, riprenderanno icolloqui tra USA e Canada sul NAFTA.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,161. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.201,2 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,2%.

Lo Spread migliora, toccando i 283 punti base, con un calo di 6 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,17%. La finanza ha snobbato il giudizio emesso da Fitch che ha dato un giudizio interlocutorio sul Paese.

Tra le principali Borse europee resta vicino alla parità Francoforte (-0,18%).Ben comprata Londra che segna un forte rialzo dello 0,82%. Patta Parigi, che tiene la parità. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB che avanza dello 0,52%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,53%. Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brillano i bancari. Mediobanca mostra un un forte incremento (+3,17%). Ottima performance per UBI Banca che registra un progresso del 2,52%. Banco BPM avanza dell’1,57%. Si muove in territorio positivo Intesa Sanpaolo mostrando un incremento dell’1,46%.  I più forti ribassi, invece, si verificano su Prysmian che continua la seduta con -1,62%. Sottotono Azimut che mostra una limatura dello 0,91%. Dimessa Ferragamo che si adagia sotto i livelli della vigilia. Fiacca Pirelli che mostra un decremento dello 0,58%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Fincantieri (+5,64%), Salini Impregilo (+5,15%), Amplifon (+4,21%) e Maire Tecnimont (+3,75%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su ASTM che prosegue le contrattazioni a -2,28%. In rosso Technogym che evidenzia un deciso ribasso dell’1,69%. Spicca la prestazione negativa di RCS, che scende dell’1,64%.

Borse caute. Piazza Affari corre insieme a Londra