Borse asiatiche scoraggiate dai pessimi dati cinesi. Tokyo chiude debole

(Teleborsa) – Chiusura debole per i mercati asiatici che risentono, a dispetto della buona tenuta di Wall Street, di un clima più cupo sui mercati mondiali. Incertezza alimentata dai pessimi dati sull’inflazione cinese e dalla decisione a sorpresa della banca centrale coreana di tagliare i tassi d’interesse.

Inoltre, la borsa di Tokyo ha subito le ripercussioni del deludente dato sugli ordini di macchinari, che hanno registrato un pesante calo del 20,2%.

L’indice Nikkei ha chiuso così in ribasso dello 0,97% a 16.668 punti, mentre il Topix ha ceduto l’1,07% a 1.036 punti. Chiude fiacca Seul con un decremento dello 0,14%.

Chiuse per una festività le borse cinesi, come Shanghai, Shenzhen e le province autonome di Hong Kong e Taiwan.

Fra gli altri mercati che chiuderanno più tardi le contrattazioni, Singapore lima lo 0,02%, Mumbay cede lo 0,42% e Jakarta lo 0,30%, mentre Kuala Lumpur recupera lo 0,12%.

Borse asiatiche scoraggiate dai pessimi dati cinesi. Tokyo chiude ...