Borse asiatiche piatte

(Teleborsa) – Finale in ordine sparso per le principali borse asiatiche deluse dall’atteggiamento meno aggressivo della Federal Reserve sui tassi USA, emerso dai verbali dell’ultima riunione del FOMC, il braccio operativo della banca centrale statunitense.

Le aspettative degli addetti ai lavori erano di un ritocco all’insù del costo del denaro, già dal prossimo mese, ma quanto emerso dai verbali lascia pensare a un rinvio del rialzo, magari a maggio o giugno. 

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso con un lieve calo dello 0,04% a 19.371,46 punti mentre il più ampio Topix ha ceduto lo 0,1% a 1.556,25 punti. 

Chiudono con il segno meno anche le borse cinesi: Shanghai (-0,38%) e Shenzhen (-0,31%). Seul guadagna appena lo 0,05%. Limature per Taiwan -0,10%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong arretra dello 0,37%, Bangkok dello 0,22% e Singapore dello 0,14%. Frazionali i rialzi di Mumbai +0,18% e Jakarta +0,15%. Giù invece Sidney -0,30% e Kuala Lumpur -0,05%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse asiatiche piatte