Borse asiatiche incerte su timori seconda ondata contagi

(Teleborsa) – I mercati asiatici chiudono una seduta di alti e bassi, minate dalle preoccupazioni di una seconda ondata del coronavirus, dopo che sono riemersi alcuni casi in Cina e si sta valutando il riavvio dei test. In focus anche il discorso del Presidente della Fed Jerome Powell, mentre si fa strada l’idea che la banca centrale americana possa adottare tassi negativi.

A Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso con un calo dello 0,38% a 20.288 punti, mentre il Topix ha limato lo 0,18% a 947 punti. Buona chiusura per Seoul che guadagna lo 0,43%.

Tentennanti le borse cinesi, con Shanghai che segna un -0,03% e Shenzhen in vantaggio di un piccolo 0,31%. Bene fa Taiwan che sale dello 0,43%.

A due velocità le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong recupera lo 0,18% e Kuala Lumpur l’1,34%, mentre sono in rosso Singapore (-0,46%), Jakarta (-1,12%) e Bangkok (-0,26%).

Rimbalza la piazza di Mumbay (+2,28%), resta in disparte Sydney (-0,03%).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse asiatiche incerte su timori seconda ondata contagi