Borse asiatiche in rosso. Prevale il timore sui dazi

(Teleborsa) – Inizio di settimana negativo per i principiali listini asiatici. A spaventare gli investitori l’ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra USA e Cina, che nei giorni precedenti ha visto i due Paesi imporre dazi bilaterali per 50 miliardi di dollari. Nonostante gli incontri tra le due delegazioni in corso a Washington, vi è il serio rischio che Trump possa portare le tariffe fino a 200 miliardi.

Dal fronte macroeconomico, il PMI cinese si contrae lievemente oltre le attese, mentre il PMI del Giappone rimane stabile e centra in pieno le previsioni degli analisti.

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha riportato un calo dello 0,61% a 22,724 punti, mentre il paniere Topix è sceso dello 0,76%.

Rosso anche per le Borse cinesi con Shanghai che segna un ribasso dello 0,76%, mentre Shenzhen va giù dell’1,00%.

Male anche Hong Kong (-0,52%), Seoul (-0,79%), Taiwan (-0,90%) e Jakarta (-0,80%).

Tra le altre piazze asiatiche perdite contenute per Kuala Lumpur (-0,19%), Singapore (-0,38%) e Bangkok (-0,05%).

Sorride solo Mumbai (+0,22%).

Borse asiatiche in rosso. Prevale il timore sui dazi