Borse asiatiche in ripresa dopo nuovo incontro sui dazi

(Teleborsa) – Segnali positivi dai principali listini asiatici, che tornano positivi dopo un inizio di settimana complicato. Gli indici dell’Asia Pacifico riprendono vigore soprattutto sull’indiscrezione, riportata dal Wall Street Journal, di unpasso in avanti nella risoluzione della guerra commerciale tra USA e Cina. Quando sembrava tutto pronto per una nuova ondata da 200 miliardi di dollari, i funzionari degli Stati Uniti, guidati dal segretario del Tesoro Steven Mnuchin, avrebbero invitato le controparti cinesi guidate dal vicepremier Liu He, proponendo un’altra riunione commerciale bilaterale.

Dal fronte macroeconomico, non fanno registrare variazioni i prezzi alla produzione in Giappone nel mese di agosto, in calo dal +0,4% nel mese precedente. Sempre nel Paese nipponico, si sono mostrati in forte slancio gli ordini di macchinari core.

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha riportato un aumento dello 0,96% a 22,821 punti, mentre il paniere Topix è salito dell’1,11%.

Rialzi più moderati per le Borse cinesi, con Shanghai che guadagna lo 0,66%, mentre Shenzhen sale dello 0,28%. Guadagni sostenuti per Hong Kong (+1,78%).

Variazioni meno rilevanti per Seoul (+0,20%), Taiwan (+0,04%) e Kuala Lumpur (+0,17%), va in rosso Singapore (-0,20%). Tra le altre piazze asiatiche in forte rialzo Bangkok (+2,01%) e Jakarta (+1,09%). Chiusa Mumbai.

Borse asiatiche in ripresa dopo nuovo incontro sui dazi