Borse asiatiche in rally ma le piazze cinesi tentennano

(Teleborsa) – Chiusura di giornata in rally per i mercati asiatici, fatta eccezione per le borse cinesi, che sono rientrate dalle festività con qualche tentennamento. A sostenere le borse dell’Estremo Oriente sono state le chiusure forti di Wall Street e delle borse europee, alla fine della scorsa settimana, ma sono giunti altri dati negativi dal fronte macroeconomico.

Giornata euforica per la borsa di Tokyo, a dispetto del brutto dato sul PIL., che ha prodotto se non altro un forte deprezzamento dello yen, sull’aspettativa di nuove misure da parte della Bank of Japan, Questo ha favorito i grandi esportatori ed ha sostenuto il mercato, che ha registrato un boom di scambi. L’indice Nikkei ha guadagnato il 7,28% a 16.022 puntied il Topix l’8,7% a 1.007 punti. Chiude bene Seul, che sale dell’1,5%.

Scendono invece le borse cinesi, alla riapertura dei mercati dopo la settimana festiva del capodanno lunare, risentendo dei deludenti dati sul commercio estero: Shanghai cede lo 0,6% e Shenzhen lima lo 0,03%. Sulla parità si muove Taiwan.

Tra le altre piazze asiatiche, che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, prosegue in deciso rialzo Hong Kong che recupera il 3,9%, assieme Singapore che avanza del 2,3%, Kuala Lumpur dello 0,7%, Jakarta dello 0,6%, Bangkok dell’1,2%, Mumbay del 2,4% e Sydney dell’1,6%.

Borse asiatiche in rally ma le piazze cinesi tentennano
Borse asiatiche in rally ma le piazze cinesi tentennano