Borse asiatiche in profondo rosso orfane di Tokyo chiusa per festività

(Teleborsa) – Le borse asiatiche chiudono una seduta difficile, di rimando alle tensioni nelle relazioni fra USA e Cina, a causa dell’epidemia di coronavirus. Il segretario di Stato USA Mike Pompeo ha accusato Pechino di aver creato il virus in laboratorio e qualche giorno fa il Presidente Trump aveva riproposto lo spettro dei dazi alle importazioni.

La discesa del petrolio ha contribuito ad innescare vendite sul comparto energetico, minando gli scambi delle borse aperte oggi. La Borsa di Tokyo infatti è rimasta chiusa per la festività del Greenery Day e quelle cinesi per il Labor Day.

Seoul ha chiuso gli scambi in ribasso del 2,52% e Taiwan del 2,47%.

Fra le borse che chiuderanno più tardi la seduta Hong Kong viaggia in calo di oltre il 4%, seguita da Singapore -2,03%, Jakarta -2,35% e Kuala Lumpur -2,13%.

La Borsa di Mumbay crolla del 5,23%, mentre tiene Sydney con un guadagno dell’1,21%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963