Borse asiatiche in ordine sparso

(Teleborsa) – Sessione a due colori per la principali Borse asiatiche, in una settimana caratterizzata da alti e bassi per il mix di notizie giunte sui mercati.

Il crollo del petrolio e l’incertezza sulla futura politica monetaria della Federal Reserve non hanno aiutato i listini, mentre il rimbalzo dei titoli tecnologici ha fornito qualche spunto rialzista.

A Tokyo l’indice Nikkei ha chiuso poco sopra la parità con un +0,11% a 20.132 punti, mentre il Topix ha guadagnato un timido +0,10% a 1.1.243 punti.

Limature per le borse cinesi, che questa settimana hanno beneficiato della decisione di MSCI di includere gli stock del Dragone nei propri indici. Shanghai lascia sul parterre lo 0,50%, Shenzhen lo 0,83% mentre Taiwan arretra dello 0,21%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong sale dello 0,13%, Singapore dello 0,19%, Bangkok dello 0,14%, Sydney dello 0,17%, Jakarta dello 0,19%., Seoul dello 0,28%. Piatta Kuala Lumpur, mentre Mumbay arretra dello 0,77%.

Borse asiatiche in ordine sparso