Borse asiatiche in forte calo dopo attacco Iran a basi USA

(Teleborsa) – Borse asiatiche in deciso ribasso nella giornata odierna dopo che l’Iran ha lanciato l’operazione ‘Soleimani Martire’, un attacco missilistico in Iraq contro due basi che ospitano truppe americane e quelle della coalizione. La ritorsione iraniana alla morte di Qassem Soleimani, il generale iraniano ucciso dagli USA lo scorso 3 gennaio, sta pesando sulle principali borse asiatiche, facendo scattare la corsa dell’oro e del petrolio.

A Tokyo l’indice Nikkei chiude con un calo dell’1,57% a 23.204 punti, mentre il Topix arretra dell’1,37%. Giù anche Seul con un -1,11%.

In profondo rosso le borse cinesi, con Shanghai che cede l’1,34% e Shenzhen l’1,33%. Taiwan -0,53%.

Prevalgono le vendite anche sulla altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong che mostra un calo dell’1,06%. Seguono Singapore (-0,54%), Bangkok (-1,51%), Kuala Lumpur (-1%) e Jakarta -0,78%.

Negativa anche Mumbay (-0,69%) mentre Sydney scambia poco sotto la parità (-0,19%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse asiatiche in forte calo dopo attacco Iran a basi USA