Borse asiatiche deluse dal mini allentamento del Giappone

(Teleborsa) – Una sola nuova misura di allentamento monetario in Giappone. La banca centrale ha deciso di incrementare gli stimoli monetari, unendosi agli sforzi del governo di Tokyo, ma non come e quanto si attendevano gli analisti, per favorire il raggiungimento del target di inflazione al 2%. Le borse asiatiche hanno così archiviato l’ultima seduta finanziaria di questa settimana, in ordine sparso e con segni contrastanti.

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo è riuscita a portare a casa un rialzo dello 0,56% a 16.569,27 punti mentre il più ampio Topix ha guadagnato l’1,20% a 1.322,74 punti. Chiude debole anche Seul con una limatura dello 0,24%.

Debole il resto dell’Asia: Shanghai accusa un calo frazionale dello 0,20% e Shenzhen lima lo lo 0,06%. Giù Taiwan con una flessione di oltre l’1%. 

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong mostra un decremento dello 0,89%, Singapore dell’1,24%. Limature per Kuala Lumpur -0,14%. Timidamente positive Jakarta +0,44% e Bangkok +0,04%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse asiatiche deluse dal mini allentamento del Giappone