Borse asiatiche deboli aspettando Jackson Hole

(Teleborsa) – Finale debole per le principali borse d’estremo oriente mentre tra gli investitori cresce l’attesa per l’avvio del simposio di Jackson Hole dove saranno presenti i principali banchieri centrali tra cui il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen, e il presidente della BCE, Mario Draghi.

La Borsa di Tokyo chiude ancora in calo e vicino ai minimi da 3 mesi e mezzo, con l’indice Nikkei che ha ceduto lo 0,07% a 19.379,57 punti, mentre il Topix è lievemente salito dello 0,01% a 1.595,38 punti. 

Seul chiude gli scambi in frazionale rialzo: +0,44%.

Deboli le borse cinesi, con Shanghai che registra un timido incremento dello 0,09% mentre Shenzhen lima lo 0,05%. Positiva Taiwan (+0,64%).

Miste le altre borse che chiuderanno più tardi le contrattazioni, con Hong Kong avanza dell’1,01%, mentre Kuala Lumpur dello 0,14% e Jakarta dello 0,15%. Bene, inoltre, Singapore (+0,61%) seguita da Bangkok +0,19%.

Frazionale la salita di Sydney +0,42% e Mumbay +0,23%

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse asiatiche deboli aspettando Jackson Hole