Borse asiatiche a due velocità. Tokyo bene sulla debolezza dello yen

(Teleborsa) – Le borse asiatiche chiudono una seduta a due velocità, condizionate dalle indicazioni emerse dalla Fed, che ha lasciato aperta la porta a quattro possibili rialzi dei tassi quest’anno a causa dell’inflazione.

Questi segnali hanno fatto crescere i rendimenti dei Treasury ed apprezzare il dollaro, avvantaggiando la borsa giapponese che ha costruito la sua performance sulla debolezza dello yen.

A Tokyo, dunque, l’indice Nikkei chiude con un rialzo dell’1,68% a 23.486 punti, mentre il Topix ha guadagnato l’1,9% a 1.174 punti. Seul si è fermata sulla parità (+0,08%).

Deboli invece le borse cinesi, nonostante il dato positivo sul PMI manifatturiero, con Shanghai che cede lo 0,95% e Shenzhen addirittura il 3%. Meglio Taiwan che sale dello 0,51%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong viaggia in rosso (-0,37%) assieme a Kuala Lumpur (-0,10%), mentre Singapore sale dello 0,46%, Jakarta dello 0,51% e Bangkok dello 0,33%.

Mumbay è sottotono (-0,37%), mentre Sydney chiude sostenuta (+0,85%).

Borse asiatiche a due velocità. Tokyo bene sulla debolezza dello ...