Borsa, nel 2017 compensi più alti per gli Amministratori Delegati

(Teleborsa) – Il miglioramento della performance dei mercati registrato nel 2017 ha giovato alle remunerazioni degli Amministratori Delegati.

E’ quanto rilevato da Mercer nello studio sui compensi dei Consigli di Amministrazione delle società del FTSE MIB, finalizzato ad analizzare le retribuzioni fisse e variabili dei vertici delle principali società quotate italiane.

Nel dettaglio, nel 2017 – anno in cui il FTSE MIB ha fatto segnare una crescita di oltre 11 punti percentuali – un Amministratore Delegato ha percepito mediamente tra 945.000 e 1.460.000 euro di retribuzione fissa.

La remunerazione fissa ha evidenziato stabilità rispetto all’anno precedente con riferimento alla fascia centrale del mercato. Al contrario sono cresciuti percentualmente i valori dei compensi fissi per il primo (+6%) e terzo quartile di mercato (+4%).

Da rilevare che tra le aziende che hanno rinnovato il proprio CdA durante il 2017, metà ha scelto di assicurare un aumento delle remunerazioni fisse ai nuovi amministratori, per un valore medio pari al 24%.

Per quanto riguarda l’incentivazione variabile, invece, le aziende che hanno effettivamente pagato una retribuzione variabile annuale sono state la quasi totalità del campione. Contrariamente a quanto registrato nel precedente anno, infatti, l’incentivazione variabile di breve termine per il 2017 risulta essere in forte crescita. L’incentivo di breve termine erogato è cresciuto soprattutto nei valori di mediana (+34%) e terzo quartile (+29%), mentre il primo quartile è sostanzialmente stabile (-5%). In valori assoluti il valore mediano dell’incentivo di breve termine erogato nel 2017 è il più alto dal 2012.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borsa, nel 2017 compensi più alti per gli Amministratori Delegati