Borsa Milano in rosso per i timori di un “collasso” dell’economia USA

(Teleborsa) – Piazza Affari e le altre borse europee chiudono in profondo riosso, salvo qualche piccola eccezione, risentendo dell’andamento pesante di Wall Street sulla delusione generata dal Job Report statunitense e dopo una serie di altri dati macroeconomici deludenti.

La crescita degli occupati è risultata modestissima e non sufficiente a spingere la Fed ad alzare i tassi di interesse. Un fattore che sarebbe stato accolto positivamente, se non fosse che segnala anche una battuta d’arresto dell’economia a stelle e strisce. Altri dati pubblicati in giornata sull’andamento del settore terziario hanno offerto segnali univoci di rallentamento.

Il dato fa fatto scivolare il dollaro, spingendo il cambio Euro / Dollaro USA a quota 1,1328 (+1,59%). In forte rialzo i Treasury, con la scadenza settembre 2016 che segnala un incremento superiore all’1% ed un deciso calo dei rendimenti.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 125 punti base, con un lieve calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,33%.

Tra gli indici di Eurolandia, sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,03%, piccoli passi in avanti per Londra, che segna un incremento marginale dello 0,39%, soffre Parigi, che evidenzia una perdita dello 0,99%.

A picco Piazza Affari in chiusura di seduta, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell’1,53%, continuando sulla scia ribassista rappresentata da quattro cali consecutivi, in essere da martedì scorso; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 19.254 punti. In lieve ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,68%), come il FTSE Italia Star (-0,7%).

Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,99 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 1,8 miliardi della seduta precedente; mentre i contratti si sono attestati a 243.013, rispetto ai 192.802 precedenti.

Su 220 titoli trattati a Piazza Affari, 163 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 40. Invariate le rimanenti 17 azioni.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Banche (-2,84%), Assicurativi (-2,63%) e Servizi per la finanza (-2,51%).

Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento Cnh Industrial, che riporta un +3,01% rispetto al precedente.

Fra i peggiori le banche, come Banco Popolare, che ha archiviato la seduta a -5,18%: oggi la Consob ha approvato il prospetto dell’aumento di capitale. Male anche Unicredit, che arretra del 4,70%, Banca MPS del 4,66% e Banca Popolare dell’Emilia Romagna del 4,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borsa Milano in rosso per i timori di un “collasso” dell&#...