Borsa Milano in rialzo con gli altri Eurolistini. Banche sotto pressione

(Teleborsa) – Piazza Affari e le altre borse europee chiudono una giornata complessivamente positiva, ma non prova di tensioni, soprattutto sul comparto bancario.

Il comparto bancario si è mostrato molto volatile, dopo che stamane è partito bene sulla scia del via libera della Commissione Europea al piano di salvataggio. Poi, sono prevalse le vendite su una lettura pessimistica della vicenda: ammissione di difficoltà dle settore. 

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno dello 0,40%. L’Oro continua gli scambi a 1.337 dollari l’oncia, con un aumento dell’1,18%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 48,4 dollari per barile.

Scende molto lo spread, raggiungendo 135 punti base, con un deciso calo di 11 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all’1,22%.

Tra gli indici di Eurolandia, sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dello 0,99%, buoni spunti su Londra, che mostra un ampio vantaggio dell’1,13%, buona performance per Parigi, che cresce dello 0,86%.

Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che termina a 16.296 punti, continuando la scia rialzista evidenziata da quattro guadagni consecutivi, innescata martedì scorso; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 17.895 punti. In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+1,14%), come il FTSE Italia Star (1,2%).

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,55 miliardi di euro, in deciso ribasso (-22,53%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 3,29 miliardi di euro; mentre i contratti si sono attestati a 323.534, rispetto ai precedenti 389.091 ed i volumi scambiati sono passati da 1,74 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,21 miliardi.

Tra i 218 titoli trattati, 126 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 74 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 18 titoli.

Vendite al dettaglio (+4,33%), Costruzioni (+2,82%) e Petroliferi (+2,13%) in buona luce sul listino milanese. Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti Banche (-1,86%) e Chimici (-1,31%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano YOOX NET-A-PORTER, che mostra un forte aumento del 4,23%, grazie a qualche ricopertura. 

Decolla UnipolSai, con un importante progresso del 4,08%, assieme a Unipol che avanza del 3,8%.

Incandescente Buzzi Unicem, che vanta un incisivo incremento del 3,89%.

Fr i peggiori vi sono le banche: Unicredit archivia la seduta con un -4,92%, Banca Popolare dell’Emilia Romagna un calo del 4,82% ed UBI Banca dell’1,94%. Male anche Banca Popolare di Milano, che segna un -1,33%, dopo l’annuncio del concambio per la fusione con Banco Popolare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borsa Milano in rialzo con gli altri Eurolistini. Banche sotto pr...