Borsa Milano chiude in rosso. E’ la peggiore in Europa a causa dei bancari

(Teleborsa) – Seduta no per la Borsa di Milano, che ha fatto peggio degli altri mercati europei, in una giornata caratterizzata da un clima generalmente negativo, anche a causa della partenza in rosso di wall Street. 

A zavorrare le borse da stamattina hanno concorso le Parole del Presidente USA, Donald Trump che ha parlato di un “dollaro troppo forte” ed ha sollecitato la Federal Reserve a mantenere bassi i tassi di interesse finché il biglietto verde resterà sopravvalutato. 

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,36%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lima lo 0,23%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 53,08 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 210 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,29%.

Tra gli indici di Eurolandia tentenna Francoforte, che cede lo 0,38%, sostanzialmente debole Londra, che registra una flessione dello 0,29%, si muove sotto la parità Parigi, evidenziando un decremento dello 0,59%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-1,16%) e si attesta su 19.774 punti in chiusura, proseguendo la serie di quattro ribassi consecutivi, iniziata lunedì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che chiude a 22.127 punti. In lieve ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,58%), come il FTSE Italia Star (-0,9%).

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,32 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,48 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 259.769, rispetto ai 273.734 precedenti.

Su 216 titoli trattati in Borsa, 167 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 46. Invariate le rimanenti 3 azioni.

In buona evidenza a Milano il comparto Viaggi e intrattenimento, con un +1,45% sul precedente. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Chimico (-3,72%), Automotive (-2,32%) e Banche (-1,75%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Yoox (+0,97%), Leonardo (+0,69%), CNH Industrial (+0,64%) e Moncler (+0,52%).

La peggiore è Fiat Chrysler, che ha terminato le contrattazioni a -3,73%.

In apnea Banco BPM, che arretra del 2,83%.

Tonfo di Unicredit, che mostra una caduta del 2,42%.

Seduta negativa per Azimut, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,79%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus Fc (+6,05%), sempre sull’euforia generata dalla vittoria schiacciante sul Barcellona.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borsa Milano chiude in rosso. E’ la peggiore in Europa a causa d...