Borsa Milano ancora cauta assieme alle altre borse europee

(Teleborsa) – Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia, in attesa di una partenza prudente di Wall Street, che resta concentrata sulle trimestrali: bene quella di J&J e quella di Morgan Stanley.

A frenare gli entusiasmi c’è anche l’indice del clima economico dello ZEW tedesco, che ha deluso le attese, mentre l’inflazione UE è stata confermata in linea con le attese. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,176. Sulla parità lo spread, che rimane a quota 165 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,01%.

Tra i listini europei senza slancio Francoforte, che mantiene un +0,04%, si muove in modesto rialzo Londra, evidenziando un incremento dello 0,20%, mentre Parigi è sottotono, con una limatura dello 0,02%. Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 22.385 punti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, bilancio positivo per Mediobanca, che vanta un progresso dello 0,65%.

Resta tonica STMicroelectronics, che registra una plusvalenza dello 0,65%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Generali, che prosegue le contrattazioni a -1,80%.

In rosso Yoox, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,67%, nonostante i conti della rivale britannica Asos.

Spicca la prestazione negativa di Campari, che scende dell’1,43%, a dispetto dei buoni risultati di Cointreau.

Mediaset scende dell’1,38%.

Recupera Telecom Italia (+0,7%), grazie anche all’esercizio del Golden Power del governo.

Fra i minori brilla doBank (+2,2%) di riflesso all’accordo per la gestione dell4e sofferenze di MPS.

Borsa Milano ancora cauta assieme alle altre borse europee