Borsa Israele in rosso. Si teme nuova crisi finanziaria

(Teleborsa) – Ancora una giornata no per la Borsa di Israele, che retrocede dello 0,6%, non tantissimo per una giornata borsistica, ma decisamente molto se se pensa che solo ieri il mercato ha subito un calo del 5%. Nell’ultimo mese la Borsa di Tel Aviv ha perso oltre il 10% portando la performance da inizio anno a -3,71%.

Tanta tensione dunque in questi ultimi mesi, ma gli analisti imputano il nervosismo degli operatori al tracollo di Wall Street, che anche venerdì scorso ha incassato perdite importanti: lo S&P 500 ha ceduto il 2% chiudendo la settimana prima di Natale con un calo del 7%.

Indicatori che sembrano far temere una nuova crisi finanziaria, come conferma la corsa ai beni rifugio e la preferenza per la liquidità, mentre sarebbero buoni i fondamentali dell’economia israeliana, che mostra un alto tasso di crescita ed una bassa disoccupazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borsa Israele in rosso. Si teme nuova crisi finanziaria