Borsa di Milano in rialzo con altre Borse UE. Strappa Nexi, focus su Exor

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia e Piazza Affari, che meditano ancora sulle prossime mosse non scontate della Fed. UN mercato quieto, tipicamente ferragostano, dove la notizia più eclatante è il “trasloco” di Exor ad Amsterdam.

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,28%. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,04%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dello 0,35%, a 94,67 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +206 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,07%.

Nello scenario borsistico europeo bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,57%, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,48%, e guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,47%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,53%, consolidando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 25.145 punti.

In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,21%); poco sotto la parità il FTSE Italia Star (-0,33%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano c’è Nexi (+6,92%), che strappa sulle voci di interesse di una società di private equity.

Corrono anche Banco BPM (+2,62%), Tenaris (+1,90%) e Unicredit (+1,33%).

Fra i più forti ribassi si segnala DiaSorin, che continua la seduta con -1,25%.

Sotto pressione Prysmian, con un forte ribasso dell’1,02%.

Sottotono Amplifon che mostra una limatura dello 0,99%.

Deludente STMicroelectronics, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca Popolare di Sondrio (+2,75%), Anima Holding (+2,15%), doValue (+1,79%) e Juventus (+1,42%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Reply, che continua la seduta con -1,66%.

Soffre Salcef Group, che evidenzia una perdita dell’1,48%.

Fiacca GVS, che mostra un piccolo decremento dello 0,82%.

Discesa modesta per Pharmanutra, che cede un piccolo -0,73%.