Borsa di Milano in pole. Mercati a prova di rally con le banche

(Teleborsa) – Ottimo inizio di luglio e del trimestre per le borse europee e Piazza Affari, che chiudono le contrattazioni in rally, traendo beneficio dalla performance positiva di Wall Street e dall’andamento sostenuto del settore bancario. Ad aiutare le borse anche i positivi dati sull’ISM manifatturiero americano e sui PMI dell’Area Euro.

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,56%. In ribasso l’oro, che continua gli scambi a 1.222 dollari l’oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,61%.

Lieve calo dello spread, che scende a 166 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,14%.

Tra i listini europei andamento positivo per Francoforte, che avanza di un discreto +1,22%, ben impostata Londra, che segna un forte rialzo dello 0,88%, bene Parigi, che chiude con un +1,47%.

Migliore oggi la Borsa milanese, con il FTSE MIB, che mette a segno un guadagno del 2,08%; sulla stessa linea, chiude con il vento in poppa il FTSE Italia All-Share, che arriva a 23.168 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,16%); leggermente negativo il FTSE Italia Star (-0,25%).

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,45 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,55 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 244.292, rispetto ai 252.111 precedenti.

Tra i 220 titoli trattati, 86 hanno chiuso in flessione, mentre 124 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 10 azioni.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Automotive (+3,40%), Banche (+3,27%) e Materie prime (+3,05%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Sanitario (-1,67%), Viaggi e intrattenimento (-0,56%) e Chimico (-0,45%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza BPER (+6,46%), dopo l’acquisto della nuova Carife ed in scia con l’ottimo andamento del comparto bancario.

In pole Fiat Chrysler (+6,07%), in attesa dei dati sulle immatricolazioni italiane stasera.

Bene anche Unipol (+5,31%), che ben4eficia ancora del riassetto, ed UBI Banca (+3,98%).

La peggiore performance è quella di Recordati, che ha chiuso a -2,03%, che ha concluso l’acquisizione da Astrazeneca di diritti europei di prodotti a base di metoprololo.

Tentenna Mediaset, che cede lo 0,64%.

Borsa di Milano in pole. Mercati a prova di rally con le banche