Boom di imprese dei Millennials, ma come sono?

Intraprendenti, stacanovisti, innovatori in tecnologie e stili di vita, questi sono i giovani under 35, i Millennials, ovvero la generazione del nuovo millennio.

Hanno aperto 300 imprese al giorno nel secondo trimestre del 2015, un terzo di tutte le imprese avviate nel trimestre, e per loro il meglio dell’Italia deve ancora venire. Lo stock complessivo di imprese di giovani è oggi pari a 594.000, cioè costituiscono il 9,8% del tessuto imprenditoriale del Paese. 

Alle barriere di accesso al mercato del lavoro e ai rischi di incaglio nella precarietà, i Millennials italiani hanno opposto una forza vitale partendo da una potenza italiana consolidata: l’imprenditorialità. Secondo il Censis quasi 32.000 nuove imprese nate nel secondo trimestre del 2015 sono state fondate da un under 35, con una crescita del 3,6% rispetto al trimestre precedente a fronte del +0,6% riferito al sistema d’impresa complessivo.  E ai giovani si deve più della metà (il 54%) del saldo tra imprese nate e cessate nel periodo. 

Ma come sono questi Millennials? Altro che choosy, si accontentano di impieghi lontani dal loro percorso di formazione, anche in nero.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Boom di imprese dei Millennials, ma come sono?