Bonomi: Paese nell’incertezza, manca visione complessiva e strategica

(Teleborsa) – “L’incertezza del Paese, richiamata efficacemente il 18 agosto da Mario Draghi, è figlia della mancanza di una visione complessiva, basata su chiare priorità strategiche e su scelte conseguenti e necessarie per il decollo del Paese”. Il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi è a dir poco scettico sulle misure adottate dal Governo per fronteggiare le conseguenze economiche della pandemia da Covid-19.

In una lettera ai Presidenti delle Associazioni confederate, Bonomi ricorda le “forti criticità” espresse nei confronti degli interventi messi in campo dall’esecutivo e osserva: “i numerosi interventi specifici, bonus frammentati e i nuovi fondi accesi presso ogni ministero, non sono stati certo la risposta articolata ed efficace che ci aspettavamo”.

Il numero uno degli industriali esprime anche perplessità sulla gestione della riapertura delle scuole: “Le profonde incertezze sulla riapertura delle scuole a settembre, che al di là del bando su 2,4 milioni di banchi a rotelle identificati come priorità ancora non vedono una risposta precisa alla domanda centrale: che cosa avverrà negli istituti in presenza di contagi?”.

“In una settimana siamo passati dalla “a casa solo la classe interessata”, poi a “chiuso l’intero istituto”, infine a “si valuterà volta per volta” senza che sia chiaro chi lo farà e in base a che cosa di preciso”, ha aggiunto Bonomi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonomi: Paese nell’incertezza, manca visione complessiva e strat...