Boeri (INPS), sì alla flessibilità in uscita contro la disoccupazione giovanile

(Teleborsa) – Per il presidente dell’INPS, Tito Boeri, la maggiore flessibilità che potrebbe concedere l’Europa all’Italia favorirebbe “l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro”.

Secondo il numero uno dell’ente di previdenza sociale, la flessibilità dovrebbe essere utilizzata per rendere l’uscita dal lavoro più flessibile ed è possibile averla “senza violare le regole europee” e, allo stesso tempo, “fare qualcosa di utile per i giovani”. Esempio, “chiedere flessibilità per finanziare nell’immediato una maggiora uscita flessibile delle pensioni” sempre rispettando i criteri di sostenibilità.

Boeri ha ribadito che le proposte sviluppate dall’INPS “vanno in questa direzione”, ovvero rendere le pensioni più flessibili. 

Nel corso dell’intervista di Maria Latella a Skytg24, il presidente dell’INPS ha sottolineato che la vera emergenza sociale in Italia è “quella dei poveri e delle persone che perdono lavoro con più di 55 anni”, questa è la vera emergenza sociale in Italia, “poi ci sono i giovani”. 

Quanto al pagamento delle pensioni, Boeri ha detto: “stiamo vedendo se riusciamo con le banche a rendere bancabile anche il sabato”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Boeri (INPS), sì alla flessibilità in uscita contro la disoccupazion...