BoE, Vlieghe: rialzo tassi nel 2022 con ripresa più rapida delle attese

(Teleborsa) – La Banca d’Inghilterra potrebbe aumentare i tassi di interesse già nella prima metà del prossimo anno se il mercato del lavoro si riprendesse più velocemente del previsto, ma è più probabile che attenda fino alla fine del 2022. È quanto ha sostenuto Gertjan Vlieghe, membro del Monetary Policy Committee della BoE, in un intervento all’Università di Bath.

Vlieghe crede che l’economia si evolverà così come nelle previsioni fatte dalla BoE a maggio, temendo anche che l’uscita dai programmi di cassa integrazione (il cosiddetto furlough) possa comportare un modesto aumento del tasso di disoccupazione, mentre l’offerta dell’economia sarà in qualche modo meno influenzata negativamente. “In questo scenario, è probabile che il primo aumento del tasso bancario diventi appropriato solo nel corso del prossimo anno, con qualche modesto ulteriore inasprimento in seguito”, ha affermato.
“Se la transizione dal furlough dovesse avvenire più agevolmente, con il tasso di disoccupazione ai (o leggermente al di sotto dei) livelli attuali entro la fine dell’anno, con associati segnali di inflazione e salari al rialzo al di là degli effetti temporanei, un aumento leggermente anticipato del tasso bancario sarebbe adeguato – ha proseguito – Probabilmente ci vorrà fino al primo trimestre del prossimo anno per avere una visione chiara dell’uscita dai programmi di cassa integrazione e delle dinamiche salariali, quindi un aumento del tasso bancario potrebbe essere appropriato subito dopo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BoE, Vlieghe: rialzo tassi nel 2022 con ripresa più rapida delle atte...