BoE, boom mercato immobiliare segnala pericolo aumento inflazione

(Teleborsa) – Il prezzo medio delle case nel Regno Unito è aumentato del 10,2% su base annua a marzo, il più alto tasso di crescita annuale dall’agosto 2007, e ha superato quota 256 mila sterline, 24 mila in più rispetto a marzo 2020. Per questo Dave Ramsden, vice governatore della banca centrale responsabile dei mercati e delle banche, ha affermato che Bank of England (BoE) sta monitorando attentamente il boom del mercato immobiliare britannico in quanto la rapida ripresa dalla pandemia potrebbe portare a un periodo di inflazione.

“C’è il rischio che la domanda superi l’offerta e ciò porti a una ripresa più generalizzata della pressione inflazionistica. È qualcosa da cui ci guarderemo assolutamente. Stiamo esaminando attentamente il mercato immobiliare e una serie di indicatori”, ha detto in un’intervista al Guardian. Ramsden ha affermato che la Banca centrale non rimarrebbe immobile davanti alla crescita dell’inflazione: “Se non è temporanea, sappiamo cosa fare al riguardo. Possiamo aumentare il tasso bancario dal suo livello storicamente basso (0,1%, ndr) e sappiamo cosa questo farà alla domanda”.
Secondo il vice governatore della BoE, nonostante l’aumento dei costi di molti materiali di produzione, al momento non c’è nulla che suggerisca una minaccia persistente da parte dell’inflazione. “Dobbiamo riconoscere che negli anni ’70 abbiamo avuto una storia di inflazione, ma da quando è iniziato il targeting per l’inflazione nel 1992, e in particolare dopo l’indipendenza della Banca nel 1997, la nostra capacità di raggiungere una bassa inflazione è piuttosto buona”, ha spiegato.

Da agosto il comitato di politica monetaria della Banca centrale avrà la capacità di spingere il tasso bancario sotto lo zero, ma Ramsden ha suggerito di non essere d’accordo nel compiere un passo così significativo. “Avere una possibilità è diverso dal fatto che tu la usi effettivamente”, ha detto, osservando che i mercati si aspettano che la prossima mossa sia un aumento dei tassi: “I tassi negativi sarebbero certamente una sorpresa per i mercati, ma saremo governati dalla nostra valutazione dello stato dell’economia”.

(Foto: Mirko Kaminski / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BoE, boom mercato immobiliare segnala pericolo aumento inflazione