BNL si mobilita contro emergenza: nel 2020 erogati prestiti a 26mila imprese

(Teleborsa) – BNL Banca, Gruppo Bnp Paribas, chiude l’esercizio 2020 con un utile ante imposte di 363 milioni di euro, in calo del 18% rispetto al 2019, dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), mentre il risultato lordo di gestione si attesta ai 925 milioni di euro, in flessione del 5,4% rispetto al 2019.

Il margine di intermediazione è in calo del 3,8% a 2.671 milioni di euro, mentre il margine di interesse è in diminuzione del 4,2%, a causa dell’impatto del contesto di tassi bassi, parzialmente compensato dalla crescita dei volumi di credito. Le commissioni diminuiscono del 3,2% rispetto al 2019, a causa dell’effetto della crisi sanitaria e del calo delle commissioni finanziarie dovuto al minor volume di transazioni. I costi operativi, pari a 1.746 milioni di euro, sono in calo del 3%.

“Sull’insieme del 2020 – ricorda la capogruppo – la banca si è mobilitata con forza per sostenere i clienti durante l’emergenza pandemica. Al 31 dicembre 2020, BNL ha concesso prestiti garantiti dallo Stato e da SACE a più di 26.000 aziende, per un importo di 4,1 miliardi di euro“.

In questo difficile contesto, l’attività commerciale di BNL riesce a progredire con impieghi in crescita dell’1% rispetto al 2019 (+5% al netto dei crediti deteriorati) e depositi in aumento del 15,6%. Il Private Banking registra una raccolta netta di buon livello, pari a quasi 1 miliardo di euro nel 2020, con un incremento del 4,5% nell’assicurazione vita rispetto al 31 dicembre 2019.

Prosegue il percorso di digitalizzazione della banca, con più di 800.000 clienti attivi sulle applicazioni per dispositivi mobili (+12,4% rispetto al 31 dicembre 2019).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BNL si mobilita contro emergenza: nel 2020 erogati prestiti a 26mila i...