BMW conferma target 2018, trimestre in calo

(Teleborsa) – Pressione su BMW, che perde terreno, mostrando una discesa del 2%.

La casa automobilistica tedesca ha chiuso il secondo trimestre 2018 con un Ebit pari a 2,75 miliardi di euro, in calo del 6,3% rispetto allo stesso periodo del 2017 (2,9 miliardi). Il risultato è tuttavia migliore delle attese degli analisti (a 2,69 miliardi). A pesare sul risultato – ha spiegato la società nella nota dei conti – un “aumento significativo delle spese per la Ricerca e lo Sviluppo”.

L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenza la trendline rialzista del produttore di auto di Monaco più pronunciata rispetto all’andamento dell’indice EURO STOXX. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.

La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 80,42 Euro. Ottimale ancora il ruolo funzionale di supporto offerto da 79,27. Complessivamente il contesto generale potrebbe giustificare una continuazione della fase di consolidamento verso quota 78,73.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BMW conferma target 2018, trimestre in calo