Blocco licenziamenti, Orlando: si va verso la proroga nel Dl Sostegno

(Teleborsa) – Il ministro del Lavoro Andrea Orlando ha dichiarato che il governo si sta orientando verso una proroga del blocco dei licenziamenti. In audizione al Senato di fronte alla commissione Lavoro, il ministro ha spiegato che sarà inserita all’interno del Dl Sostegno e che nel caso “dei lavoratori che dispongono di strumenti ordinari sarà, in qualche modo, legata ad un termine che sarà definitivo. Invece per coloro che non sono coperti da strumenti ordinari sarà agganciata ad una riforma degli ammortizzatori sociali”.

Riforma degli ammortizzatori sociali che il ministro ha messo tra le priorità del suo dicastero, “nell’ottica dell’universalizzazione delle misure”. “Lo stato di emergenza prosegue – ha aggiunto – e non consente di abbandonare il ricorso a strumenti di carattere eccezionale”, sottolineando la necessità, da un lato, di “calibrare meglio gli interventi” e dall’altro di imporre una riforma di sistema. “Oggi possiamo avere uno sguardo più selettivo, che ci consenta non tanto di ridurre le risorse, che credo saranno ancora necessarie per molto tempo, quanto di ottimizzare il loro utilizzo per evitare di trattare situazioni fra loro diverse con strumenti uguali e quindi inevitabilmente di creare sperequazioni”, ha spiegato il ministro Orlando. Quanto alla ripresa dell’occupazione femminile, Orlando guarda alle risorse garantite dal programma europeo Next Generation EU, che consentiranno al Paese di “potenziare le infrastrutture sociali”.

Il ministro ha parlato anche di Reddito di Cittadinanza e Reddito di Emergenza, per i quali ha espresso la necessità di “manutenzione e un adattamento”, sottolineandone l’importante ruolo svolto durante la pandemia nel contrastarne l’impatto economico e sociale. Affianco a questi strumenti ne serviranno però anche altri per affrontare un altro fenomeno che si è manifestato con la crisi pandemica, cioè il repentino impoverimento del ceto medio. “Continua a crescere la povertà non solo di chi è senza lavoro ma anche di chi un lavoro lo ha. Siamo di fronte al drammatico tema di un lavoro povero, un lavoro che non riesce ad offrire stabilità e sicurezza alle persone”.

Orlando ha poi dichiarato di aver predisposto un’intesa con le organizzazioni sindacali e imprenditoriali in modo da “affrontare con urgenza la sfida della campagna vaccinale nei luoghi di lavoro”, permettendo la somministrazione delle dosi anche da parte dei medici aziendali: “c’è già un gruppo tecnico che sta lavorando per la predisposizione dei protocolli“. Infine un’ultima battuta sui dossier Alitalia e Ilva: per Orlando il governo “sarà chiamato ad agire” e ha sottolineato che “è necessario un salto di qualità”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Blocco licenziamenti, Orlando: si va verso la proroga nel Dl Sostegno