Bitcoin in retromarcia: scivola a 13.000 dollari

(Teleborsa) – Nuovo brusco crollo del Bitcoin sui mercati asiatici. La criptomoneta, arrivata a trattare oltre i 20.000 dollari, ha registrato una perdita a doppia cifra, esattamente pari al 20%, attestandosi a quota 13.000 dollari dopo aver lasciato sul parterre, mercoledì 20 dicembre, il 15% del proprio valore sulla notizia di un attacco di hacker alla borsa telematica in Corea del Sud.

Sul recente rally del Bitcoin si sono scagliate le principali autorità internazionali, sia la BCE che la Fed, temendo lo scoppio di una bolla e ripercussioni sulla stabilità finanziaria. Monito anche del Fondo Monetario Internazionale, che sottolinea la necessità di una regolamentazione e di una vigilanza su questo mercato.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bitcoin in retromarcia: scivola a 13.000 dollari