Bio-on anticipa al 3 aprile apertura del nuovo centro ricerca

(Teleborsa) – “Abbiamo deciso di accelerare lo sviluppo dei nuovi laboratori di ricerca per far fronte all’elevato numero di richieste di bioplastiche speciali che ci arrivano da tutto il mondo” E’ quanto rivelato da Marco Astorri, Presidente e CEO di Bio-on, nell’annunciare l’apertura anticipata, il 3 aprile 2018, del nuovo centro ricerca ospitato nell’area dove sta nascendo il primo impianto produttivo di Bio-on che verrà inaugurato entro fine giugno 2018 a Castel San Pietro Terme (Bologna).

L’azienda ha investito 2,5 milioni di euro per l’acquisto di attrezzature scientifiche all’avanguardia. Un investimento che si aggiunge ai 20 milioni di euro che Bio-on sta investendo nel nuovo impianto di produzione.

Tutte le bioplastiche PHAs (poli-idrossi-alcanoati) sviluppate da Bio-on, sono ottenute da fonti vegetali rinnovabili senza alcuna competizione con le filiere alimentari; possono sostituire numerosi polimeri tradizionali oggi ottenuti con processi petrolchimici utilizzando idrocarburi; garantiscono le medesime proprietà termo-meccaniche delle plastiche tradizionali col vantaggio di essere completamente eco sostenibili e al 100% biodegradabili in modo naturale.

“Bio-on è la prima azienda al mondo ad offrire una soluzione industriale completa “full biodegradabile”, fondamentale per affrontare gli enormi problemi dell’inquinamento globale che non potranno essere risolti attraverso il riciclo – ha concluso Astorri.

Bio-on anticipa al 3 aprile apertura del nuovo centro ricerca