Bilaterale Italia-Germania, Conte: “Impegno congiunto per affrontare sfide”

(Teleborsa) – Dopo il raffreddamento dei rapporti durante il governo gialloverde arrivano segnali di intesa tra Roma e Berlino. Dal bilaterale di ieri a Villa Doria Pamphilj, il primo a Roma tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera tedesca Angela Merkel, è emersa sintonia sui migranti, la Libia, la Nato. Tra i temi trattati il rilancio europeo ma anche un confronto sullo spinoso dossier Arcelor Mittal e l’annuncio di una cooperazione nel settore siderurgico.

“il mio approccio critico ma costruttivo oggi è più omogeneamente sostenuto dalle forze politiche attuali che sostengono la maggioranza e questo fatto mi agevola molto, in Europa è sicuramente nota la maggiore facilità di dialogare ritrovarsi a confrontarsi con gli altri stati e gli altri governo” ha affermato Conte presentando la posizione del nuovo governo nei confronti dell’Europa. “Con la Germania siamo sempre aperti al confronto e manteniamo sempre un ottimo livello di collaborazione, dobbiamo continuare in questa direzione. I nostri rapporti bilaterali – ha sottolineato Conte durante l’incontro – sono plasmati dal contributo che i nostri governi possono dare insieme al rilancio dell’Europa. C’è un impegno congiunto per affrontare le principali sfide che ci attendono: la migrazione, il rilancio della crescita, l’occupazione, la lotta contro il cambiamento climatico”.

Durante il bilaterale non è mancato un riferimento alla delicata questione Arcelor Mittal. “È importante il contributo italiano al sistema siderurgico. Ci siamo ripromessi – ha affermato Conte – una cooperazione per cercare di confrontarci sulle soluzioni più avanzate dal punto di vista tecnologico e condividere le conoscenze nel settore. In queste ore il governo sta lavorando per una soluzione che tenga in piedi e soddisfare la tutela della salute e dall’altro la salvaguardia dei livelli di occupazione”.

Sulla questione dei migranti il presidente del Consiglio ha ringraziato pubblicamente il governo tedesco perché “non ha fatto mancare il suo aiuto all’Italia. La Germania – ha aggiunto il Premier – se parliamo di sensibilità sul quadro complessivo dei problemi e l’esigenza della redistribuzione, è un Paese in prima linea e questo va riconosciuto”. Da parte sua Angela Merkel ha spiegato di essere lieta che “la presidente della Commissione Ue abbia stabilito che si occuperà della questione migranti. Una divisione equa dei compiti richiede ancora un po’ di tempo, ritengo giusto che i rappresentanti francesi, maltesi, francesi, tedeschi a Malta abbiano compiuto un primo passo in questa direzione invitando altri paesi dell’Ue a garantire una soluzione almeno tra i paesi volenterosi. Ma ancora resta da fare per giungere a una giusta ed equa ripartizione. I paesi del Sud del mediterraneo – ha concluso – non li possiamo abbandonare”.

All’Italia vanno invece i ringraziamenti della cancelliera “per l’impegno sulla Libia”. Infine, a meno di un mese dal prossimo vertice Nato, Merkel ha ribadito che l’Alleanza atlantica resta “un pilastro della politica internazionale”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bilaterale Italia-Germania, Conte: “Impegno congiunto per affron...