BF, Vecchioni: su Verisem il governo usi il golden power

(Teleborsa) – Federico Vecchioni, amministratore delegato e socio di BF, holding quotata a Piazza Affari che nel 2017 ha rilevato Bonifiche Ferraresi (la più grande azienda agricola italiana) lancia l’allarme sul potenziale acquisto di Verisem, azienda italo-statunitense che è una delle più importanti al mondo nel campo delle sementi, da parte del gruppo cinese Syngenta. Verisem produce un’ampia varietà di oltre 90 diversi tipi di semi e più di 2.000 varietà diverse tra cui fagioli, cavoli, carote, cicoria, coriandolo, cipolle, piselli e ravanelli. La società ha sedi nei Paesi Bassi, Francia, Italia e Stati Uniti e offre servizi di produzione a clienti situati in oltre 90 Paesi.

Oggi, in un’intervista a Repubblica, chiede al governo di usare il golden power, “affermando un’ottica anche politica e strategica sul dossier, non soltanto finanziaria”. Secondo indiscrezioni, BF (in cordata col Fondo italiano d’investimento) sarebbe pronta ad offrire 155 milioni per Verisem, contro i 200 miloni messi sul piatto dai cinesi. “Sarebbe una sconfitta per il sistema Paese se sul negoziato Verisem si affermasse come unico criterio quello finanziario, favorendo i colossi cinesi e americani. Per questo, insieme a Coldiretti, ci siamo permessi di sollevare la questione col governo”, ha detto Vecchioni.
A una domanda sulla disponibilità ad alzare la propria offerta, il numero uno di BF ha risposto: “Noi siamo pronti a fare la nostra parte se le condizioni lo consentiranno. I valori in questa fase si possano sindacare, sempre se nascesse una cordata italiana. Il mercato c’è, perché negli ultimi anni sempre più operatori comprendono che la terra non è più sinonimo di conservatorismo finanziario e basse rendite, specie se integrata con competenze sui patrimoni genetici, le tecnologie applicate e lo sviluppo delle specie più richieste da consumatori che sono sempre più esigenti e informati. Il problema è che l’enorme liquidità circolante in questa fase di tassi negativi rischia di far prendere una deriva africana ai campi italiani, da anni già oggetto di acquisizioni di investitori stranieri”.

(Foto: Joao Marcelo on Unsplash)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BF, Vecchioni: su Verisem il governo usi il golden power