Berlino, Merkel-Draghi cauti: “esposti a nuove varianti”

(Teleborsa) – “Non è la prima volta che Mario Draghi è a Berlino ma è la prima volta che è qui come Premier e gli do il benvenuto”. Lo ha detto Angela Merkel in conferenza stampa con il Presidente del Consiglio italiano. La cancelliera ha sottolineato che a causa della pandemia non c’è stato il picchetto, “ma questo si recupererà”.

Io e Mario Draghi “siamo entrambi cauti” sulla situazione del Covid, “felici che ci sia un sostanziale miglioramento ma è un progresso fragile. La quota vaccini cresce ma ancora non si può dire che ci stiamo avvicinando all’immunità di gregge” anche perché siamo “esposti alle nuove varianti”.

Draghi ha quindi sottolineato come il rapporto tra Italia e Germania sia profondo, duraturo e solido. Sono due Paesi fondati sull’europeismo e sull’atlantismo. Le posizioni nei confronti di Usa, Russia, Cina e Nordafrica sono molto molto vicine” e “la crisi sanitaria ha contribuito a rendere i legami tra i due Paesi ancora più saldi e voglio ricordare l’aiuto offerto dalla Germania durante la prima fase della pandemia con il trasporto di molti pazienti italiani negli ospedali tedeschi e anche il sostegno decisivo della cancelliera nel lancio del Next Generation Eu”.

Sul dossier migranti l’impegno “è aiutarsi reciprocamente”, ha detto il Premier. “Abbiamo vicinanze di vedute sulla dimensione esterna” del tema, spiega sottolineando che sul dossier i due Paesi dovranno “lavorare assieme”. Sul tavolo, in vista del prossimo Consiglio Ue “ci sono tutti i meccanismi di riallocazione: si sta discutendo, i negoziati prenderanno del tempo, c’è gran volontà di arrivare a una visione congiunta e che sia di mutuo beneficio”

Poi uno sguardo in casa nostra. “Il Governo è impegnato in riforme, si usava dire un tempo strutturali, io direi di sistema, che rendono l’Italia più equa e sostenibile. Questo è l’impegno di questo governo e l’impegno continuerà. Per avere un’Europa più forte occorre avere un’Italia più forte”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Berlino, Merkel-Draghi cauti: “esposti a nuove varianti”