BCE, ultima riunione dell’anno. Quali novità riserverà il Consiglio direttivo?

(Teleborsa) – Torna a riunirsi, oggi, il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea, ultimo incontro operativo dell’anno e quello da cui i mercati attendono una proroga del piano di acquisto titoli, oltre la scadenza di marzo 2017.

Sui tassi di interesse non sono attese variazioni. Quel che si attende, secondo le aspettative delle trading room e, non solo, è invece un ampliamento del piano di quantitative easing, anche per far fronte alle incertezze legate all’attuale situazione politica dell’Italia, paese che da sempre, a causa del suo elevato debito pubblico, viene guardato con una certa attenzione.

Il Senato, nel frattempo, ha approvato la Legge di Bilancio, dando così il via libera all’uscita di scena del premier Renzi che ieri sera ha rassegnato le sue dimissioni al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.  

Intanto Moody’s ha rivisto al ribasso le prospettive per l’Italia, tagliando l’outlook da “stabile” a “negativo” e confermando il rating “Baa2”. Secondo l’agenzia, a pesare sono i lenti progressi nelle riforme, le cui prospettive sono ulteriormente diminuite con la vittoria del “no” al referendum.

Guardando non solo all’Italia, l’incontro odierno della BCE cade in un momento in cui l’incertezza politica si sta sempre più mostrando come un fattore di rischio sulle prospettive di crescita economica. Anche la vittoria a sorpresa di Donald Trump alle presidenziali USA, alimenta le preoccupazioni in termini di interscambio globale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE, ultima riunione dell’anno. Quali novità riserverà il Consigli...