BCE senza sorprese: conferma linea attuale PEPP, tassi e guidance invariati

(Teleborsa) – Come da pronostico della vigilia, conferma dello status quo da parte della BCE: dopo le massicce misure messe in campo contro la crisi pandemica, il Consiglio direttivo ha deciso di mantenere la linea attuale confermando a 1.350 miliardi di euro l’ammontare del nuovo programma di acquisti di titoli (PEPP), varato nel marzo scorso (con 750 miliardi di euro) e poi potenziato (a giugno, con altri 600 miliardi) in risposta alla pandemia di Covid.

Come deciso a giugno, queste operazioni proseguiranno almeno fino al giugno 2021 e comunque “finchè il Consiglio direttivo non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus”. Secondo la BCE, il Pepp allenterà ulteriormente l’orientamento generale della politica monetaria, sostenendo le condizioni di finanziamento nell’economia reale, specialmente per le imprese e le famiglie.

Al tempo stesso, il Direttorio lascia invariati i tassi d’interesse: il tasso principale rimane fermo a zero, il tasso sui depositi resta a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%.

La BCE, poi, ribadisce di esser pronta a “aggiustare” tutti i suoi interventi, come “appropriato” per assicurare il conseguimento degli obiettivi sulle dinamiche di inflazione. E rivendica che le nuove maxi operazioni di rifinanziamento ultra agevolate alle banche (Tltro III) “hanno registrato livelli di richieste molto elevanti, sostenendo l’erogazione di credito bancario a imprese e famiglie”.

Riflettori puntati ora sulla conferenza stampa della Presidente Christine Lagarde, intorno alle 14 e 30.

La Banca Centrale Europea lascia invariati i tassi d’interesse: il tasso principale rimane fermo a zero, il tasso sui depositi resta a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la BCE al termine della riunione di politica monetaria.

L’Istituto guidato dalla Lagarde ha confermato a 1.350 miliardi di euro l’ammontare del nuovo programma di acquisti di titoli (Pepp), varato nel marzo scorso e poi potenziato in risposta alla pandemia di Covid. Come deciso lo scorso giugno queste operazioni proseguiranno almeno fino al giugno 2021 e comunque “finchè il Consiglio direttivo non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus”.

Il Consiglio direttivo della Bce ribadisce di esser pronto a “aggiustare” tutti i suoi interventi, come “appropriato” per assicurare il cosneguimento degli obiettivi sulle dinamiche di inflazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE senza sorprese: conferma linea attuale PEPP, tassi e guidance inv...