BCE, Schnabel: banche più resilienti. “Faro” su ROE

(Teleborsa) – Le banche sono entrate in questa fase molto meglio capitalizzate rispetto al passato e hanno beneficiato delle misure di sollievo introdotte dalla vigilanza BCE ma questo miglioramento potrebbe essere “temporaneo” anche perchè l’aumento degli NPL (Non Performing Loans, ndr) avviene in genere con qualche trimestre di ritardo rispetto alla recessione.

Lo ha detto Isabel Schnabel, Membro del consiglio direttivo della BCE, intervenendo alla conferenza annuale del Single Resolution Board.

Il return on equity, (ROE, ndr) ha aggiunto, è sceso da circa il 6% a un valore appena sopra lo zero, un fenomeno che la Bce tiene sotto stretta osservanza per valutare gli impatti sull’erogazione del credito e in ultima istanza sulla trasmissione della politica monetaria.

Bce, dunque, alla finestra. Dopo la ripresa post lockdown nell’area euro, “temiamo” che le nuove misure di contenimento che i Governi dovranno prendere contro la seconda ondata Covid “avranno un impatto su questa ripresa”, fino a poter causare un secondo calo del PIL. E’ quanto ha affermato pochi giorni fa la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, intervistata durante il “Ceo Summit” del Wall Street Journal, sottolineando che nell’Unione monetaria la ripresa resta “incompleta, incerta e diseguale”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE, Schnabel: banche più resilienti. “Faro” su ROE