BCE preoccupata per le crescenti politiche protezionistiche

(Teleborsa) – Nessuna novità sostanziale, se non un accenno di prudenza in più, nell’ultimo meeting della Banca Centrale Europea.

I Verbali (Account) della riunione del Comitato Direttivo della BCE del 25-26 aprile- conclusosi con un nulla di fatto – hanno infatti confermato la volontà dei banchieri di proseguire con l’attuale politica monetaria.

L’economia dell’Area euro resta infatti ben impostata e continua a sostenere la fiducia che l’inflazione possa convergere verso l’obiettivo di inflazione a medio termine fissato dall’Eurotower, ossia il 2%. Tuttavia, si legge nei Verbali, tale convergenza “avverrà solo gradualmente, rimanendo subordinata a una politica monetaria estremamente accomodante”.

Non è mancata qualche preoccupazione per le crescenti politiche protezionistiche che, secondo l’Istituto con sede a Francoforte, potrebbero rappresentare una minaccia per l’economia globale.

BCE preoccupata per le crescenti politiche protezionistiche