BCE peggiora previsioni PIL ma bazooka fa volare Euro e calma Spread

(Teleborsa) – La BCE ha annunciato oggi un potenziamento del Piano QE emergenziale, potenziando il PEPP di 600 miliardi fino ad arrivare a quasi 1.400 miliardi di euro. Una decisione nel complesso attesa dai mercati, che si spiega alla luce delle disastrose previsioni economiche per i mesi a venire.

La Presidente Christine Lagarde, parlando delle prospettive secondo trimestre, ha preannunciato un “crollo senza precedenti” dell’economia a causa degli effetti della pandemia di Covid-19 e delle misure di lockdown, che si sono tradotte in un aumento della disoccupazione e nel crollo di consumi ed investimenti.

DIARIO DI UNA CATASTROFE

L’EuRower ha infatti elaborato nuove previsioni economiche che considerano due scenari alternativi: uno scenario “mite” in cui il PIL potrebbe crollare del 5,9% nel 2020 ed uno scenario “grave” in cui si attende una contrazione del PIl del 12,6%. La previsione base sancisce un impietoso -8,7%.

BORSE NERVOSE

Le borse europee hanno avuto una reazione un po’ nervosa alle parole della Lagarde, ma alla fine hanno terminato sopra i minimi della mattinata, con Milano che chiude quasi sulla parità, mentre fanno peggio Parigi -0,2%, Francoforte -0,4% e Londra -0,6%.

EURO IN RIMONTA AI MASSIMI DA 3 MESI

Accoglienza molto positiva invece per l’euro, che si è portato sui massimi degli ultimi 3 mesi, attestandosi a 1,134 USD (+1%). Un andamento motivato perlopiù dal senso di coesione che questa mossa dà alla politica economica europea.

E LO SPREAD VA GIU’

Il rafforzmento dek Piano anti-pandemico, che favorisce i Paesi più esposti al virus, fra cui l’Italia, ha provocato un repentino dietrofront dello Spread BTP-Bund, che è caduto sino a 173 punti base rispetto ai 190 punti dell’apertura, con un rendimento del BTP decennale in diminuzione all’1,41%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE peggiora previsioni PIL ma bazooka fa volare Euro e calma Spread