BCE, meno prestiti alle famiglie europee in aprile

(Teleborsa) – Rallenta la crescita della massa monetaria M3 della Zona Euro nel mese di aprile, indicando una minor quantità di denaro in circolazione e liquidità. Su base annua si è verificato incremento del 4,6% dal 5% di marzo, secondo quanto rilevato dalla Banca Centrale Europea (BCE).

Nel trimestre febbraio-aprile la variazione è stata pari in media al 4,9%. Scala le marce anche la massa monetaria M1, che include banconote e depositi a breve, la cui crescita scende dal 10,1% al 9,7%.

Frenano anche i prestiti alle famiglie evidenziano un rallentamento della crescita all’1,5% dall’1,6% precedente, venendo sostenuti soprattutto dal crediti al consumo, che segnano un +5,3%, compensando le altre fonti di finanziamento. 

Accelerano lievemente i prestiti alle imprese, mostrando un aumento dell’1,2% rispetto all’1,1% precedente, grazie soprattutto alla crescita dei prestiti fino a 5 anno (+5,7%) ed oltre i 5 anni (+1,1%). In frenata i prestiti entro i 12 mesi tipici del finanziamento dle capitale circolante (-2,8%).

BCE, meno prestiti alle famiglie europee in aprile