BCE, Lagarde: c’è il rischio di ripresa “accidentata”, legata alla distribuzione del vaccino

(Teleborsa) – La Banca Centrale Europea non farà nessun passo indietro durante la pandemia. A ribadirlo è stata la presidente dell’Istituto europeo, Christine Lagarde, nel suo discorso di apertura del Forum delle banche centrali: “la BCE c’era durante la prima ondata e ci sarà nella seconda ondata. Siamo, e continueremo ad essere, totalmente impegnati a sostegno della popolazione europea”.

A preoccupare Lagarde è soprattutto l'”insolita” recessione che sta caratterizzando questa crisi. “Pone rischi eccezionalmente alti”, ha spiegato, anche per quel che riguarda le caratteristiche della ripresa “accidentata” che ci si attende: “potrebbe non essere lineare ma instabile, con ‘stop and go’ e legata al ritmo di distribuzione del vaccino“.

La presidente della BCE lancia l’allarme soprattutto sulla tenuta delle imprese. Quelle “che finora sono sopravvissute aumentando il proprio indebitamento potrebbero decidere che restare aperti non ha più senso. Questo potrebbe innescare un ‘moltiplicatore delle chiusure delle imprese’ nel quale il fallimento di un’impresa, di fronte alle misure restrittive, si ripercuote sulla domanda di altre imprese, spingendole a ridurre la produzione”.

Molto dipenderà quindi dalla capacità delle politiche di proteggere le economie. Per Lagarde, infatti, sono “fuori luogo” le preoccupazioni di coloro che parlano di “zombificazione” dell’economia, con migliaia di imprese che restano in piedi solo grazie agli aiuti, e di ostacoli alla distruzione creativa. “Specialmente ora che un vaccino è in vista”, ha aggiunto.

Per quel che riguarda invece gli strumenti che metterà a disposizione la BCE, Lagarde ha sostenuto che “anche se tutte le opzioni sono sul tavolo, il Pepp (il programma di acquisto di titoli pubblici e privati creato ad hoc per la pandemia, ndr) e i Tltro (le operazioni di finanziamento agli istituti di credito, ndr) si sono dimostrati efficaci nell’attuale situazione e possono essere regolati dinamicamente per reagire all’evoluzione della pandemia. Dunque rimarranno probabilmente gli strumenti principali per calibrare la nostra politica monetaria”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE, Lagarde: c’è il rischio di ripresa “accidentata&#822...