BCE, investitori a caccia di indicazioni su crescita e inflazione

(Teleborsa) – Riflettori puntati sulle Banche centrali.

Mentre la Bank of England si prepara all’annuncio dei tassi anche la BCE è pronta a svelare le prossime mosse di politica monetaria.

All’indomani della due giorni della Fed che ha sancito la chiusura dell’era di Janet Yellen che passerà il timone al successore designato Jerome Powell, il Federal Open Market Committee (FOMC) ha alzato il target sui federal funds di 25 punti base portandoli in una banda compresa fra l’1,25% e l’1,50%. Ora la parola passa all’Eurotower da cui non sono attese misure ma nuove cifre.

Mentre lo “status quo” sui tassi è dato quasi per scontato, c’è grande attenzione per le parole del Governatore Mario Draghi, da cui gli investitori si aspettano l’aggiornamento trimestrale delle previsioni su crescita economica e inflazione.

Rilevante il fatto che per la prima volta le stime dovrebbero coprire anche il 2020, soprattutto per i prezzi al consumo. A partire da gennaio 2018, com’è noto, gli acquisti saranno dimezzati a 30 miliardi al mese sino alla fine di settembre 2018, o oltre se necessario. 

Intanto, l’euro si mantiene al di sopra di 1,18 dollari, livello superato ieri in serata dopo il previsto rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve.

BCE, investitori a caccia di indicazioni su crescita e inflazione