BCE, i rischi asiatici compensati dai buoni dati europei

Il governatore della Banca Centrale austriaca e membro del board della BCE, Nowotny, ha detto che “le tasche degli europei possono essere sufficientemente robuste per aiutare il blocco della moneta unica a resistere alla crisi finanziaria derivante dal rallentamento della Cina”.

“C’è una serie di elementi positivi”, ha dichiarato Nowotny, appellandosi alla costante crescita economica di Spagna, Germania ed Europa dell’Est. “Valutiamo con preoccupazione i rischi in alcune economie emergenti, ma vediamo anche che in Europa abbiamo alcune variabili che possono impattare positivamente sull’economia reale, come ad esempio la riduzione dei prezzi dell’energia, che incide direttamente e in modo positivo, sull’aumento dei redditi reali”.

Nowotny, sul finire dello scorso anno, aveva mostrato tutto il suo scetticismo in seno al Consiglio direttivo della BCE,  sulla voce di una possibile estensione programma di allentamento quantitativo voluto fortemente da Draghi, pesante 1.100 miliardi di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE, i rischi asiatici compensati dai buoni dati europei