BCE, crescita Eurozona resta solida ma attenzione al protezionismo

(Teleborsa) – La crescita economica nell’Area Euro resta solida nonostante i segnali di rallentamento rilevati nel primo trimestre, anche se le crescenti politiche protezionistiche potrebbero mettere a rischio la ripresa globale.

E’ quanto rilevato dalla Banca Centrale Europea nel Bollettino economico nel quale, tra le altre cose, l’Istituto ha ribadito che gli stimoli sono ancora necessari.

“Nel primo trimestre del 2018 la crescita del PIL in termini reali si è attenuata sul periodo precedente, collocandosi allo 0,4% dopo lo 0,7 % dei trimestri precedenti. Tale moderazione riflette un arretramento rispetto alla crescita molto elevata del 2017, accentuato dalla maggiore incertezza e da alcuni fattori temporanei dal lato dell’offerta sia a livello interno sia a livello mondiale, nonché dal più debole stimolo del commercio con l’estero” rileva l’Eurotower, precisando però che gli ultimi indicatori economici e i risultati delle indagini congiunturali, seppure più modesti, “restano coerenti con il perdurare di una crescita solida e generalizzata dell’economia“.

Tuttavia, aggiunge la BCE, hanno acquistato maggior preminenza le incertezze connesse a fattori di carattere globale, fra cui la minaccia di un crescente protezionismo

La Banca Centrale Europea vede effetti per ora “limitati” dai dazi imposti da Trump e dalle rappresaglie annunciate dalle varie controparti, ma torna a mettere in guardia dagli effetti negativi del protezionismo commerciale.

“L’applicazione di tariffe commerciali più elevate, in un contesto in cui si dibatte di ulteriori misure protezionistiche, rappresenta un rischio per le prospettive economiche mondiali”, afferma l’Istituzione monetaria, aggiungendo che il rischio di ulteriori misure protezionistiche è aumentato.

La BCE ha inoltre puntato il dito sui rischio del perdurare di un’accentuata variabilità nei mercati finanziari, cosa che “necessita di un’attenta osservazione”.

BCE, crescita Eurozona resta solida ma attenzione al protezionism...