BCE, a fine 2017 bilancio 4.471 miliardi di euro. In tre anni di QE +2.263 miliardi

(Teleborsa) – La Banca Centrale Europea archivia il 2017 con uno stato patrimoniale di 4.471 miliardi di euro.

Questi i numeri preliminari che fotografano la situazione al 29 dicembre, ultimo giorno lavorativo del 2017. Rispetto alla fine del 2016, il bilancio dell’Eurotower è cresciuto di 1.100 miliardi sulla scia degli acquisti di obbligazioni.

Nell’ultima settimana di dicembre, la BCE non ha effettuato acquisti di obbligazioni al servizio del programma di allentamento quantitativo (QE) avviato nella primavera del 2015.

Complessivamente l’Istituto con sede a Francoforte ha un portafoglio di bond al servizio della politica monetaria del valore di 2.386 miliardi. Ci sono 10,9 miliardi residui del primo e del secondo programma di acquisto di Covered bond e 89,1 miliardi residui di titoli pubblici del programma di Securities market programme, attuato dal 2010 a sostegno del debito pubblico di Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna e Italia. Si tratta di tutti programmi di acquisto già terminati.

Per quanto riguarda l’allentamento quantitativo ci sono 240,7 miliardi del terzo programma di acquisto di Covered bond; 25 miliardi in Abs; 131,6 in Obbligazioni societarie (corporate); 1.888,8 miliardi in titoli di Stato, di altri enti pubblici e sovranazionali europei.
Tutti programmi di acquisto avviati dal marzo 2015 e ancora in essere 2015. Prima al ritmo di 60 miliardi al mese fino a marzo 2016, poi 80 miliardi fino a marzo 2017, poi a 60 miliardi fino a dicembre 2017.

Mentre quest’anno da gennaio a settembre lo shopping si ridurrà a 30 miliardi mensili. Rispetto alla fine del 2014, ultimo bilancio prima dell’avvio del programma di allentamento quantitativo, lo stato patrimoniale della BCE è aumentato di 2.263 miliardi passando da 2.208 miliardi agli attuali 4,471 miliardi. Gli effetti della politica monetaria espansiva si riflettono nell’eccesso di liquidità bancaria nell’Eurozona.

BCE, a fine 2017 bilancio 4.471 miliardi di euro. In tre anni di QE +2...