BCC di Roma: utile netto a 17,1 milioni di euro nei primi nove mesi

(Teleborsa) – BCC di Roma ha registrato nei primi nove mesi dell’anno un aumento degli impieghi per finanziamenti alla clientela del 18,2% rispetto a settembre 2015, raggiungendo i 7,0 miliardi di euro. Rettificando i dati per effetto dell’acquisizione della BCC Padovana (avvenuta il 19 dicembre 2015) e dell’incorporazione della BCC di Capranica (avvenuta il 1 luglio 2016), la crescita è stata del 2,9% a fronte di una variazione annua del sistema bancario nel suo complesso negativa per lo 0,7% (fonte ABI).

La raccolta allargata ha raggiunto gli 11,2 miliardi di euro, in crescita del 19,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In particolare, la raccolta diretta è passata a 9,5 miliardi mostrando un incremento del 20,0%. Rettificando i dati, la raccolta allargata ha evidenziato un incremento dello 0,2%, mentre la raccolta diretta è aumentata del 2,3% a fronte di una variazione complessiva del sistema bancario del -1,3% (fonte ABI).

L’utile netto è risultato pari a 17,1 milioni di euro ed è stimato per fine anno a 20,0 milioni, in crescita dell’8,7% rispetto al 2015.

“I risultati del terzo trimestre sono la conferma della solidità dei conti della Banca, migliori rispetto all’andamento del sistema creditizio italiano nel suo complesso”, ha affermato Francesco Liberati, Presidente BCC di Roma. “Si tratta di risultati che garantiscono stabilità aziendale e sviluppo per soci, clienti e le comunità locali, tenendo sempre a riferimento le esigenze dei nostri territori. Nei primi 9 mesi dell’anno, inoltre, la Banca ha erogato oltre 1,2 milioni di euro di contributi per sostenere quasi 2.000 iniziative culturali, di carattere sociale e assistenziale e di tutela dell’ambiente”.

BCC di Roma: utile netto a 17,1 milioni di euro nei primi nove me...