Basf sconta ancora la debolezza del petrolchimico

(Teleborsa) – Profondo rosso per la compagnia chimica, che esibisce una variazione percentuale negativa del 2,18%. Il titolo continua a risentire del calo dell’utile annunciato la settimana scorsa, a causa dell’impatto delle divisioni legate alla petrolchimica. L’utile è crollato dle 76% nel quarto trimestre. 

Lo scenario tecnico visto ad una settimana del titolo rispetto all’indice, evidenzia un rallentamento del trend di Basf rispetto al DAX30, e ciò rende il titolo potenziale obiettivo di vendita da parte degli investitori.

Tecnicamente, il leader mondiale nel settore chimico è in una fase di rafforzamento con area di resistenza vista a 60,08 Euro, mentre il supporto più immediato si intravede a 59,37. A livello operativo si prevede un proseguimento della seduta all’insegna del toro con resistenza vista a quota 60,79.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Basf sconta ancora la debolezza del petrolchimico