Basf in picchiata a Francoforte dopo allarme utili

(Teleborsa) – In forte ribasso Basf, che mostra un disastroso -4,79% sulla piazza di Francoforte a fronte di un profit warning. Il Gruppo chimico tedesco ha tagliato le stime per il 2° trimestre e per l’intero 2019 a causa del rallentamento economico generato dalla disputa commerciale tra USA e Cina. In particolare è stata citata la debolezza del settore industriale e quella del comparto auto.

Lo scenario su base settimanale della compagnia chimica rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal DAX30. Tale ripiegamento potrebbe rendere il titolo oggetto di vendite da parte degli operatori.

Le implicazioni di medio periodo di Basf confermano la presenza di un trend rialzista. Tuttavia lo scenario a breve evidenzia un esaurimento della forza positiva al test di resistenza individuato a 60,16 Euro con primo supporto visto a 58,78. Le attese sono per un’estensione negativa nei tempi opportunamente brevi verso quota 57,98.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

(Foto: © Piotr Trojanowski/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Basf in picchiata a Francoforte dopo allarme utili