Bankitalia, Visco: con misure anti-pandemia bilancio sfiora 1.300 miliardi

(Teleborsa) – Gli interventi di politica monetaria “che abbiamo adottato nell’Eurosistema per contenere gli effetti economici della pandemia si sono riflessi sul bilancio” 2020 della Banca d’Italia. Lo ha detto il Governatore Ignazio Visco, sottolineando che “la dimensione raggiunta dalle attività a fine 2020 è senza precedenti: il totale di bilancio ha sfiorato i 1.300 miliardi, 336 in più rispetto all’anno scorso”.

“Questo incremento – ha spiegato Visco all’assemblea annuale dei partecipanti – si aggiunge a quello di 429 miliardi rilevato nei cinque anni precedenti. Dalla fine del 2014, il totale di bilancio è quindi cresciuto di quasi il 150%, a causa dello straordinario incremento delle operazioni di rifinanziamento a lungo termine delle banche e degli acquisti di titoli pubblici e obbligazioni private per finalità di politica monetaria”.

Nel 2020 l’utile netto della Banca d’Italia è stato di 6,3 miliardi, due in meno rispetto al 2019. “La redditività dell’istituto – ha sottolineato il Governatore – dopo cinque anni di crescita ininterrotta, si è ridotta rispetto al 2019, pur restando molto elevata nel confronto con gli anni precedenti”.
L’effetto sui ricavi “del significativo aumento dei volumi di bilancio è stato più che compensato da quello della riduzione dei tassi di interesse. Il risultato lordo, prima delle imposte e dell’accantonamento al fondo rischi generali, resta comunque superiore ai 10 miliardi, ben al di sopra del livello di due anni fa”.
“L’andamento futuro del bilancio della banca – ha aggiunto Visco – così come quello della redditività, continueranno a essere influenzati dall’evoluzione delle misure di politica monetaria e dalle condizioni generali dell’economia. Per il 2020 l’utile lordo, prima delle imposte e dell’accantonamento al fondo rischi generali, si è attestato a 10,2 miliardi, 0,6 in meno rispetto al 2019″.

“Alla fine del 2020 – ha spiegato nel dettaglio Visco all’assemblea annuale dei partecipanti – l’attivo di bilancio era di 1.296 miliardi di euro. Il 70% è riconducibile a operazioni di politica monetaria (contro il 40% nel 2014): i titoli hanno raggiunto la consistenza di 539 miliardi, in aumento di 155 miliardi rispetto all’anno prima; per 473 miliardi si tratta di titoli di Stato italiani. Le operazioni di rifinanziamento, pari a 374 miliardi, sono aumentate di 154 miliardi”.

La Banca d’Italia distribuirà un dividendo di 340 milioni e allo Stato sarà destinata una somma di 7,315 miliardi, ha aggiunto precisando che negli ultimi cinque anni “l’importo cumulato riconosciuto allo Stato raggiunge l’ammontare di 25 miliardi, oltre a imposte di competenza per 6,5 miliardi”.

Il controvalore dell’oro nelle riserve della Banca d’Italia nel 2020, ha spiegato Visco “è cresciuto di 15 miliardi” rispetto all’anno prima, “raggiungendo i 122 miliardi, quasi il 50% in più di 10 anni fa”, sottolineando che “tale apprezzamento confluisce nei conti di rivalutazione del passivo, senza contribuire al risultato economico della banca”.

“L’avvio delle campagne di vaccinazione in Italia e nel resto del mondo induce a un cauto ottimismo per il futuro” dice il Governatore precisando che “resta comunque forte l’incertezza sull’evoluzione della crisi sanitaria e, di conseguenza, sulle prospettive dell’economia”.

“Dall’inizio della crisi – ha sottolineato ancora il Governatore – l’Eurosistema ha approvato misure di politica monetaria di eccezionale portata per contrastarne gli effetti sull’economia e sull’inflazione, preservare condizioni di finanziamento favorevoli per famiglie e imprese, attenuare le tensioni sui mercati finanziari. Continueremo ad agire con decisione finchè sarà necessario”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bankitalia, Visco: con misure anti-pandemia bilancio sfiora 1.300 mili...